Autonomie locali: che fine ha fatto il dialogo promesso dalla Lega?

“A partire dall’assessore Roberti, ora la giunta deve tener conto della decisione del Cal e agire coerentemente con le garanzie date in campagna elettorale. La Lega aveva predicato dialogo, ascolto e condivisione, insomma considerazione per i soggetti coinvolti nel sistema delle Autonomie locali: mantenga la parola». Queste le mie dichiarazioni intervenendo nel dibattito sulle Autonomie locali e in particolare sulla decisione assunta dal Comitato delle Autonomie locali. Quanto accaduto ieri è significativo, il territorio ha parlato e Roberti non può ignorare queste voci. Eppure sembra che non sarà così: da ora in poi ci saranno Comuni di serie A e Comuni di serie B, e quelli da punire saranno i Comuni all’interno delle Unioni, colpevoli di aver aderito alla riforma. Roberti va avanti lo stesso, incitato dai sindaci ribelli che ora vogliono riscuotere il prezzo della loro azione contro la giunta di centrosinistra. Allora ci chiediamo dov’è finito il dialogo con il territorio? Vediamo solo una Lega che comanda e i Comuni che devono obbedire.

Teniamoci in contatto

Lasciami i tuoi contatti per ricevere aggiornamenti sulle attività della campagna, sulle idee e le proposte delle prossime settimane.