Consiglio Fvg: nel suo ruolo Zanin non può essere tifoso

«Leggendo le dichiarazioni che il presidente Zanin ha rilasciato oggi alla stampa è doveroso porre una discussione in Aula sulla figura che guida l’Assemblea regionale». Queste le mie parole intervenendo oggi in Aula commentando le dichiarazioni odierne rilasciate alla stampa dal presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin.

«Il presidente del Consiglio deve essere una figura di garanzia e deve necessariamente svestire i panni del tifoso. Che i presidenti dell’assemblea siano terzi è un fatto, questo perché devono rappresentare tutti, a prescindere dalla provenienza politica. Nessuno vuole mettere il bavaglio a nessuno, ma rivendichiamo il rispetto dei ruoli. Se Zanin, legittimamente voleva occuparsi di politica attiva, il ruolo adatto era certamente quello precedente, di capogruppo. Fare il tifoso in questo modo, non va bene. Così non si garantisce l’imparzialità, non viene garantita la figura istituzionale e a farne alle spese, oltre ai gruppi di opposizione, è l’intero Consiglio».

Teniamoci in contatto

Lasciami i tuoi contatti per ricevere aggiornamenti sulle attività della campagna, sulle idee e le proposte delle prossime settimane.