Emergenza idrica maniaghese: accanto a risoluzione crisi serve un piano strutturale

«Il territorio del maniaghese è in una situazione di emergenza idrica che sta mettendo in crisi popolazione e imprese. Accanto al tavolo di crisi invocato dall’impresa Roncadin, chiediamo che venga creato un piano strutturale per le emergenze idriche di questo tipo e se necessario si trovino le conseguenti risorse all’interno della prossima Stabilità». Queste le mie parole dopo aver portato in Consiglio regionale la problematica dell’emergenza idrica nel maniaghese, depositando un’interrogazione urgente affinché l’assessore competete riferisca in Aula della situazione e delle misure messe in campo per fronteggiare l’emergenza territoriale e produttiva nei Comuni di Maniago e Vajont. Continuando  «sono necessari due fondamentali passaggi, prima sull’urgenza, poi per la definitiva risoluzione del problema strutturale. La situazione di emergenza attuale impone certamente un tavolo di crisi per risolvere nell’immediato i problemi che stanno colpendo la vita quotidiana di cittadini e imprese, tra acqua non potabile e pesanti contraccolpi economici per gli stop alla produzione già subiti da Roncadin. Ma allo stesso tempo è necessario prendere in mano una situazione che non è escluso si possa ripresentare, mettendo nuovamente in difficoltà la popolazione e le imprese anche di altre zone della Pedemontana pordenonese. La questione va oltre questo episodio e riguarda la salvaguardia di un’area vasta».

Teniamoci in contatto

Lasciami i tuoi contatti per ricevere aggiornamenti sulle attività della campagna, sulle idee e le proposte delle prossime settimane.