Maltempo: Governo nomini commissario per coordinare interventi

«Dopo l’emergenza, ora è il momento del futuro. Gli interventi da mettere in campo sono molti e i soldi a disposizione pochi. É necessario chiedere al Governo un decreto di nomina di un commissario che guidi l’opera collettiva, tra pubblico e privato, per la rinascita dei luoghi messi in ginocchio dal maltempo». Queste le mie dichiarazioni nell’intervento in Aula nell’ambito del dibattito sugli eventi calamitosi dei giorni scorsi.

Il capogruppo dem ha sottolineato diversi temi rispetto ai quali è necessario intervenire. A partire da quello riguardante «la vulnerabilità delle reti Enel e telefoniche. È necessario un dialogo forte con i gestori che hanno dimostrato un impegno, mano un sufficiente livello di intervento». Inoltre, Bolzonello ha evidenziato «la situazione drammatica dei nostri boschi. È evidente che c’è un’emergenza di esbosco sia per ridurre al minimo il danno economico per i Comuni e privati, ma anche per il reperimento del materiale caduto». Bolzonello ha proposto interventi per ridurre la complessità burocratica: «é necessaria una deroga per le autorizzazione di esbosco per consentire l’accesso ai lotti sui quali intervenire, sia per le autorizzazioni per l’installazione delle gru a cavo, indispensabile per effettuare gli interventi di salvataggio del patrimonio boschivo». E ancora, «per sopperire al problema del costo del legname (di cui è stimato un calo dal 30 al 40 per cento) si potrebbero adottare fondi anticrisi, di rotazione e non, già a partire da questa finanziaria. Necessario anche l’apertura di un bando attrezzature». Inoltre, ha continuato Bolzonello, «diventa urgente la riapertura delle piste forestali e della viabilità di accesso alle malghe per non compromettere la stagione estiva».

Tutto questo, solleva Bolzonello, «si scontra con un problema colossale, quello dei fondi. È evidente che i 253 milioni annunciati dal Governo nazionale, di cui solo 53 disponibili e un riparto per il Fvg di 6milioni, oltre al positivo investimento di 10 milioni da parte della Giunta, non ci permettono nemmeno di iniziare a ragionare. Abbiamo dunque l’esigenza di fare ragionamenti più forti. Serve un decreto del governo che dia poteri commissariali e se Fedriga decidesse di andare verso questa strada ovviamente troverebbe sicuramente da parte del Pd una condivisione anche di natura politica». Infine, Bolzonello ha rivolto un ringraziamento a «tutti i volontari, forze dell’ordine, operatori e Protezione civile che sono intervenuti durante questa emergenze».

Teniamoci in contatto

Lasciami i tuoi contatti per ricevere aggiornamenti sulle attività della campagna, sulle idee e le proposte delle prossime settimane.