Maltempo: Regione in ritardo sul comparto boschivo

«Dai giorni della devastazione causata dal maltempo a oggi si è già perso troppo tempo. L’emergenza sotto gli occhi di tutti è stata ribadita con forza ieri con gli operatori boschivi e non crediamo si affronti con Stati generali raffazzonati all’ultimo secondo. Altre Regioni, già da settimane hanno costituito delle cabine di regia permanenti fra Istituzioni, operatori, Camere di commercio e categorie perché il problema che abbiamo di fronte ci impegnerà per anni e nel contempo ha bisogno di interventi immediati». Queste le mie parole all’indomani dell’incontro organizzato dal Gruppo Pd e al quale hanno preso parte i consiglieri Franco Iacop, Enzo Marsilio, Mariagrazia Santoro e Cristiano Shaurli, con gli operatori del comparto boschivo e in particolare le associazioni di categoria del mondo produttivo e agricolo, le amministrazioni comunali dell’area montana coinvolta, i dottori forestali, le Segherie e le imprese di utilizzazione boschiva.

«Diventa fondamentale affiancare i Comuni interessati dal maltempo nel problema impellente della rimozione degli alberi abbattuti, attraverso affidamenti diretti e con l’autorizzazione per realizzare piste di esbosco. Fondamentale è attivarsi per creare un tavolo di concertazione permanente con tutti gli attori».

Se sul breve periodo «abbiamo bisogno di ripristinare subito la viabilità ordinaria forestale e malghiva, e contemporaneamente di creare zone di stoccaggio per evitare il diffondersi di patologie boschive. Nel lungo periodo vanno pensati piani forestali, di rimboschimento e un supporto anche promozionale alle filiere bosco-legno della nostra Regione». Quindi «serve intervenire immediatamente reperendo nuove risorse, perché quelle stanziate dal governo e dalla Regione Fvg sono insufficienti».

Teniamoci in contatto

Lasciami i tuoi contatti per ricevere aggiornamenti sulle attività della campagna, sulle idee e le proposte delle prossime settimane.