Proiettile a giornalista: no a metodi criminali

«Al giornalista Rai del Fvg, che si occupa da tempo anche di criminalità organizzata, va tutta la nostra vicinanza per le vili intimidazioni ricevute. La recente relazione dell’Osservatorio regionale antimafia ci ha dato un quadro di come la criminalità organizzata entra a nordest e in Fvg. Se, come appare, rientrano in questo quadro le intimidazioni ricevute dal giornalista, riaffermiamo il nostro fermo “no” alla penetrazione nel nostro territorio di metodi e insediamenti criminali che disgregano la solidarietà sociale e sono anche un pericoloso tarlo per la salute del nostro sistema economico».Queste le mie parole commentando le minacce ricevute da un giornalista della Tgr Rai Fvg, al quale è stata inviata una lettera contenente due proiettili e un ritaglio di giornale con una sua fotografia cerchiata.

Teniamoci in contatto

Lasciami i tuoi contatti per ricevere aggiornamenti sulle attività della campagna, sulle idee e le proposte delle prossime settimane.