Santuario Barbana: anche Fvg contribuisca a scongiurare abbandono

«Il santuario di Barbana, un importantissimo simbolo della cristianità e tra i più antichi d’Europa, visitato da migliaia di pellegrini ogni anno, va preservato. È importante che tutti rivolgano la massima attenzione, nessuna strada deve restare intentata per scongiurare il suo abbandono definitivo. Anche il Fvg, con il presidente della Regione, Fedriga, si unisca all’appello al Santo Padre per salvare questo tesoro internazionale che la nostra regione ha il privilegio di ospitare da 1437 anni». AQueste le mia paroole commentando la notizia della chiusura del Santuario dell’isola di Barbana, di fronte a Grado (Go), annunciata prima dalla stampa locale e oggi rilanciata dal quotidiano La Repubblica. «I cinque frati hanno annunciato che a fine estate lasceranno il Santuario. È importante che nell’immediato si intervenga per preservare l’integrità e la sicurezza di questo luogo sacro che dovrebbe rimanere comunque parzialmente aperto, ma a quanto pare incustodito. Nella precedente amministrazione, con la legge regionale 14 del 30 marzo 2018, avevamo destinato risorse pari a 350mila euro per la sua riqualificazione. In questo caso, ovviamente, siamo di fronte a un problema che si riferisce alla crisi vocazionale, ma è comunque importante invitare la comunità regionale, in primis quella politica, a farsi portavoce verso le autorità ecclesiastiche affinché venga comunque garantita una presenza nel Santuario per mantenere l’apertura di questo luogo devozionale».

 

Teniamoci in contatto

Lasciami i tuoi contatti per ricevere aggiornamenti sulle attività della campagna, sulle idee e le proposte delle prossime settimane.